Vincitore nel 2013 del titolo di “Miglior aeroporto del Medio Oriente”, l’Abu Dhabi International Airport, situato a pochi chilometri dalla capitale, è uno degli aeroporti, insieme allo scalo di Dubai, col piú alto tasso di crescita al mondo. Oltre alla compagnia dominante Etihad Airways, ad oggi sono presenti nell’areoscalo del Golfo, piu’ di 53 compagnie aeree che collegano Abu Dhabi con 85 cittá del mondo in 49 Stati differenti, con una stima di oltre 14,7 milioni di passeggeri in transito all’anno. Durante il 2014 le principali rotte percorse in partenza dal capoluogo emiratino sono state Jeddah, Doha Bangkok, Manila e Londra Heathrow. Per l’Italia i voli diretti operati da Alitalia in collaborazione con Etihad Airways sono principalmente per Roma Fiumicino (4 voli settimanali) e Milano Malpensa (14 voli settimanali). Aperta, a tuttora, è, inoltre, la trattativa per inserire il capologuago emiliano di Bologna, tra le nuove principali rotte di collegamento con gli emirati Arabi Uniti. Infine, il governo locale ha recentemente varato un piano di espansione dello scalo emiratino da 6,8 miliardi US$, a sua volta parte di un programma di diversificazione economica noto come Gulf Strategic Plan 2030. Il piano, tra le varie opere, prevede la costruzione di un nuovo terminal, il “Midfield”, così battezzato perché sorgerà al centro delle due piste di decollo-atterraggio già esistenti, e a uso esclusivo di Etihad. La struttura, che si svilupperà su uno spazio di circa 28.000 metri quadrati, sarà arricchita con un’ampia galleria di negozi, ristoranti e duty-free, con una hall centrale grande quanto tre campi da football, alta fino a 52 metri e visibile da oltre 1,5 km di distanza. La data perentoria di inaugurazione del progetto Midfield, è stata fissata per volontà dell’Emiro al 17 luglio 2017.

(A cura dell’Ufficio di Bologna – Dott.ssa Linda Tontodonati – 051 2750020).

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Seguici sui social: