Secondo quanto emerge dal rapporto stilato dal Business Monitor International (BMI) nel 2013, il mercato dell’agroalimentare negli Emirati Arabi Uniti è in forte espansione, soprattutto grazie alla recente e significativa crescita del settore turistico e della ristorazione, che, negli ultimi anni, ha contribuito, in maniera determinante, al forte incremento della domanda di prodotti alimentari italiani negli UAE. Nonostante l’industria dell’agroalimentare in Italia sia stata in parte interessata dalla generalizzata crisi economica intercorsa tra il 2008 e il 2009, già nel 2010 l’export verso gli Stati del Golfo, aveva registrato un aumento del 15.4% rispetto all’anno precedente e nel 2011 del 29.1%. Nel più recente survey pubblicato, l’Economist Intelligence Unit stima, per il 2015, una crescita settoriale pari a 5.5 mld di USD, con l’obiettivo di assicurare, per il 2020, un potenziale volume d’importazioni pari a 8.4 mld di USD (dati Report ICE 2014). Per quanto concerne le esportazioni italiane, i prodotti provenienti dalla nostra penisola sono riconosciuti e apprezzati soprattutto per l’alto livello qualitativo. Nel 2013, il settore ha riscontrato un Trend positivo, registrando, nei primi mesi dell’anno, un aumento del 20.9% rispetto al 2012. Il principale prodotto alimentare italiano importato è indubbiamente la pasta. La dipendenza dall’importazione di prodotti ortofrutticoli è andata via via diminuendo nel corso degli anni, a seguito del corrispondente aumento della produzione domestica. Nonostante ciò, tra i prodotti che maggiormente soddisfano la domanda del mercato locale ricordiamo principalmente la produzione di kiwi, la cui fornitura rappresenta quasi il 42% del valore totale della categoria. Il sistema distributivo locale è altamente avanzato grazie all’esistenza di strutture ben
attrezzate. Normalmente, i grandi punti vendita agiscono loro stessi come importatori di prodotti che vengono rivenduti direttamente ad altri punti vendita minori in tutta la Federazione. Molte sono le iniziative italiane dedicate alla promozione del settore del “food made in Italy” negli Emirati Arabi Uniti. A riguardo, ricordiamo che l’attività di sensibilizzazione condotta della sede locale dell’ICE prevede, tra le tante iniziative del 2014, anche la realizzazione di una serie eventi dedicatati all’agroalimentare, tra cui il Speciality Food Festival 2014, che si è tenuto a Dubai tra il 9 e l’11 novembre 2014. L’edizione 2013 della manifestazione è stata visitata da 12.285 buyers provenienti da 98 Paesi con oltre 110 aziende che hanno partecipato in rappresentanza di 30 Nazioni.

(A cura dell’Ufficio di Bologna –  Dott.ssa Linda Tontodonati – 051 2750020)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Seguici sui social: