Nonostante il sistema federale esistente comporti la sussistenza di opzioni differenti a tutela della proprietà intellettuale negli Emirati Arabi Uniti, diversificate per il singolo Emirato, quattro risultano, in generale, le principali vie perseguite, che si sostanziano in una tutela doganale, una tutela amministrativa, una tutela civile ed infine una tutela penale.

A livello amministrativo, i DED (Departments of Economic Development) hanno competenza amministrativa per l’esecuzione dei diritti di PI ciascuno nel proprio Emirato, ad esclusione delle Free Zones sotto tutela doganale. Di fatto, come si evince dalla Gulf Cooperation Council, legge doganale comune a tutti gli Stati del GCC, la giurisdizione della Customs Authority è principalmente focalizzata sui porti e sulle zone franche e non ha generalmente poteri al di fuori delle suddette aree.

Tuttavia, ove si assuma che un contraffattore abbia operato in più di un Emirato, sarà possibile coordinare i reclami attraverso il MOE – Ministry of Economy. A seguito di un’azione amministrativa, il titolare di un diritto di proprietà intellettuale può, inoltre, chiedere alla Corte l’adozione di misure cautelari a tutela del bene per poi procedere all’instaurazione di un’azione civile, generalmente anticipata da una lettera di messa in mora, con la quale si evidenziano le assunte violazioni e si invita a provvederne alla cessazione. Per procedere ad un’azione civile sono necessari i seguenti documenti:  copia della registrazione del diritto di PI (o copia della registrazione internazionale debitamente legalizzata);  prova di autenticità e prova di contraffazione; nel caso di richiesta di risarcimento danni, prova dell’attuale perdita sofferta dal titolare dei diritti di proprietà intellettuale; procura speciale debitamente legalizzata, rilasciata dal titolare dei diritti di proprietà intellettuale al procuratore;  pagamento delle relative court fees.

Un’azione civile si conclude, di norma, tra i sei mesi e i due anni. Per tale ragione è sempre preferibile avviare un’azione amministrativa o penale. Pertanto, a seconda delle circostanze e al contrario dell’azione civile, sia l’azione amministrativa sia quella penale sono considerate, negli Emirati Arabi Uniti, un mezzo efficiente e celere di tutela della proprietà intellettuale. Specialmente l’azione penale è considerata come uno degli strumenti più efficaci di tutela del diritto, sia a causa del discredito che ne deriva al contraffattore sia per le sanzioni che da essa ne scaturisco (tra cui il sequestro del passaporto).

(A cura dell’Ufficio di Bologna – Dott.ssa Linda Tontodonati – 051 2750020)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Seguici sui social: