Ad oggi, sul territorio degli EAU sono presenti un totale di 16 aeroporti commerciali, di cui 7 internazionali. I principali sono quelli situati presso le due maggiori città del paese: Abu Dhabi e Dubai.

Il Dubai International Airport, grazie alla sua posizione strategica e alle strutture all’avanguardia, è da tempo diventato uno degli hub aeroportuali principali a livello mondiale.  Sviluppatosi su una superficie di 3.400 ettari di terreno, l’aeroporto produce più del 30% del PIL nazionale, impiegando direttamente 58mila persone ed indirettamente oltre 250mila. La compagnia di bandiera, Emirates Airlines, rappresenta il 50% di tutti i movimenti di aeromobili presso l’aeroporto, gestendo da sola oltre 64% del traffico passeggeri dello scalo. Degno di nota è anche il vettore low-cost Flydubai che arriva a gestire quasi il 10,7% del traffico aeroportuale.

Il Dubai Internatonal airport, oltre ad essere un importante snodo per il traffico passeggeri, è anche, grazie a Emirates SkyCargo, il 5° aeroporto al mondo per traffico merci, con 2,44 milioni di tonnellate di prodotti in transito. La DAFZA, Dubai Airport Free Zone, uno dei progetti governativi con il più alto tasso di crescita negli EAU e situato in prossimità dell’hub emiratino, è stata creata appositamente per andare incontro alle esigenze delle numerose società straniere che scelgono l’aeroporto come loro sede sociale.

Dopo aver toccato, nelle scorse settimane, due record mondiali per il traffico passeggeri, con 638mila persone in transito nell’ultima settimana di dicembre e 650mila nella prima settimana di gennaio, il Dubai International Airport è ora ad un passo dal diventare l’aeroporto più frequentato al mondo.  Stime che, secondo la Oxford Economics, sono solo destinate ad aumentare da quando, recentemente, il governo di Dubai ha annunciato una serie di investimenti in progetti di espansione aeroportuale del valore complessivo di 32 miliardi di dollari. Una volta implementati questi piani, il settore arriverà a contare circa 750mila addetti e contribuirà per quasi il 38% al Pil nazionale.

(A cura dell’Ufficio di Bologna – Dott.ssa Linda Tontodonati – 051 2750020)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Seguici sui social: