In un quadro di stasi economica europea, l’Albania risulta essere, a tutt’ora, uno dei pochi Paesi a registrare tassi di crescita fortemente  positivi. Tra i trend in fermento ricordiamo in particolare l’ambito energetico, dove gli investimenti italiani in loco ammontano a circa 3 miliardi di euro, il tessile e dell’abbigliamento/calzaturiero (comparti di primaria importanza e occupanti il 55% dell’intero volume dell’export verso l’Italia), il turismo e il settore immobiliare, considerati, ad oggi, due dei perni fondamentali dell’economia albanese.

Forti sono gli investimenti nel campo del Real estate. A seguito del recente boom locale del settore, sempre più persone hanno deciso di investire nel mercato immobiliare albanese acquistando immobili, appartamenti e soprattutto case vacanza, spinti dai bassi costi di mercato nonché dalle ricchezze e bellezze del patrimonio naturale e storico-artistico del Paese. Non è certo un caso che uno dei principali quotidiani a livello mondiale, il New York Times, nonché la guida cult dei viaggiatori di tutto il globo, la Lonely Planet, citino il Paese fra le Top Destination del 2014.

Comprare un immobile in Albania potrebbe risultare una scelta estremamente vantaggiosa sotto una molteplicità di punti di vista. In primis per la maggior semplicità, dal punto di vista burocratico-amministrativo, dei processi di vendita e acquisto di un immobile, caratterizzati da iter piuttosto rapidi e spesso a vantaggio dei compratori stranieri. I costi di transazione sono normalmente molto bassi. L’imposta legata al trasferimento di proprietà varia a seconda del valore del bene, fino ad un massimo del 3% del sell-price. Una volta effettuato l’acquisto, i costi di gestione di proprietà insieme alle tariffe municipali sono in via generale molto bassi. Importantissimo è, infine, assicurarsi, coadiuvati da un esperto legale, che i titoli di proprietà siano completamente in regola prima di procedere all’acquisto di un immobile.

Non v’è, pertanto, dubbio che il mercato immobiliare albanese offra importanti opportunità di investimento, profilandosi come ingente fonte di ricchezza che non può e non deve essere sottovalutata.

(A cura dell’Ufficio di Bologna – Dott.ssa Linda Tontodonati – 051 2750020)