Una società di soccorso stradale italiana, intervenuta all’esito di un sinistro, ha illegittimamente esercitato il diritto di ritenzione su un complesso veicolare, composto da motrice e semirimorchio appartenenti a due diverse società straniere. In particolare, la motrice era di proprietà di un leasing croato, mentre il trailer apparteneva a una società austriaca. Alla luce del mancato pagamento delle spese di custodia maturate per il solo semirimorchio, la società di soccorso stradale ha comunque preteso di esercitare la ritenzione anche sul mezzo di proprietà dell’impresa croata, la quale aveva, però, già pagato le spese di sue competenza.

Il Tribunale territorialmente competente, avvallando la tesi sostenuta dallo Studio e ritenendo illegittima la ritenzione, ha emesso decreto ingiuntivo, ordinando l’immediato rilascio del trattore.

(a cura dell’Avv. Andrea Pirasandrea.piras@studiozunarelli.com )