Da alcuni mesi lo studio Zunarelli e Associati, grazie al contributo dei suoi professionisti di comprovata esperienza internazionale, seleziona in tutta Italia bandi attivi promossi dalle singole Regioni e Camere di Commercio, seguendone l’attuazione e fornendo una consulenza e assistenza legale personalizzata a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese.

I progetti sono, in via generale, rivolti a sostenere la formazione e/o lo sviluppo delle aziende italiane all’estero. I beneficiari sono principalmente PMI, con alcune, meno diffuse, eccezioni di bandi che vedono coinvolte anche Grandi Imprese.

Per piccole imprese s’intende quelle realtà imprenditoriali che impiegano meno di 50 persone e il cui fatturato annuo o totale di bilancio non supera i 10 milioni €; per microimprese, invece, si fa riferimento alle aziende con meno di 10 persone e un fatturato annuo o totale di bilancio che non supera i 2 milioni €. Queste definizioni coprono un insieme articolato e vario di settori produttivi di riferimento sia nell’ambito dell’Industria che dell’artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi, con particolare riguardo alle imprese operanti nei settori dell’agroalimentare, tessile e moda, ICT e produzioni multimediali, costruzioni, meccanica, automotive, biomedicale e energie alternative.

Günter Verheugen, membro della Commissione Europea e responsabile per le Imprese e l’industria, definisce le PMI “una fonte essenziale di lavoro”. Le piccole e medie imprese, generando spirito imprenditoriale e innovazione, sono fondamentali per favorire la competitività e l’occupazione costituendo il vero motore dell’economia nazionale ed europea.

Vari sono i tipi di finanziamenti erogati. Alcuni sono rivolti all’acquisto di servizi di supporto per l’internazionalizzazione quali ad esempio ricerche di mercato, consulenze e altre attività volte a facilitare l’identificazione di partner esteri e lo sviluppo e consolidamento di relazioni economiche e commerciali. Altri, invece, sono diretti a finanziare, perlopiù tramite vouchers, i costi di partecipazione a missioni imprenditoriali e a fiere internazionali, sia in forma singola che aggregata, con l’obiettivo di facilitare i rapporti economici e commerciali tra le imprese stabilendo contatti diretti in Paesi esteri.

A cura dell’Ufficio di Bologna (051 2750020)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Seguici sui social: